SOFT MACHINE Legacy & KEITH TIPPETT

GIUGNO 2015

Sab 13 Giu Assemini (CA), Via Sardegna, Un Mare di Rock, 
INFO:  Peter's Day - 070-945303 ore 17-21  -  petersday@unmaredimusica.it -  www.unmaredimusica.it  
 
 
La leggendaria band di canterbury, nome di spicco del jazz rock mondiale in uno speciale concerto insieme ad una delle figure più influenti del panorama musicale degli anni 60.
 
Line up : 
John Etheridge,  chitarra  (Wolf, Andy Summers)
John Marshall,  batteria  (Nucleus, Jack Bruce, John Surman)
Roy   Babbington,  basso  (Keith Tippett Group, Centipede, Nucleus)
Theo Travis,  sassofoni  (Gong, Jade Warrior, Tangent, Robert Fripp. Porcupine Tree, Steve Jansen/Richard
                                             Barbieri/Mick Karn)
Keith Tippett - Special guest ,  tastiere  (King Crimson, Centipede, Dreamtime, Mujician)
 
 
 
SOFT MACHINE Legacy
 
I Soft Machine Legacy sono gli eredi legittimi, dei Soft Machine, band di spicco nell’eclettica e storica scena di Canterbury tra la fine degli anni 60’s e l’inizio degli anni 70’s.
 
Il progetto presentato col nome di Soft Machine Legacy nacque nel 2004 dal reincontro di Hugh Hopper, Elton Dean, John Etheridge e John Marshall. Oggi dopo le tristi scomparse di Dean nel 2006 e di Hopper nel 2008, Etheridge e Marshall portano avanti il lavoro intrapreso affiancati da Theo Travis il giovane e versatile polistrumentista appartenente alla famiglia dei Gong e da Roy  Babbington , ricostituendo così 3/5 di quella che è stata la formazione dei Soft Machine tra il 1975 e il 1977, ai tempi della realizzazione di ‘Softs’. 
 
Quello dei Soft Machine Legacy è un jazz-rock intenso, stretto parente della fusion, sfociato nel 2007 nell’album ‘Steam’. La caratteristica che da sempre accompagna e che continua ad accompagnare i Soft Machine Legacy è la capacità di resistere alle traversie per assecondare un sempre rinnovato slancio artistico, con lo sguardo sempre unicamente rivolto a ciò che viene definito “fare musica” nel senso più stretto del termine. Il loro spirito perdura e si rinsalda nella dimensione live, ad esso assai congeniale. Sono musicisti in grado di fluire in perfetta armonia dal semplice riff rock al free più complesso, dall’improvvisazione scatenata al fraseggio melodico più scritto eseguito con una classe sempre intatta.
 
WEBPAGE: Soft Machine Legcy

 

KEITH TIPPETT

Keith Tippett musicista inglese alfiere di uno fra i più intensi viaggi musicali a cavallo tra gli anni '60 ed i decenni successivi, ha accolto nel proprio percorso artistico alcuni fra questi stimoli sonori forgiandoli insieme ad una personale visione ed una fede umana ed artistica incrollabile che lo ha portato a sostenere progetti utopistici come la orchestra di 50 elementi"Centipede" fondata a 22 anni nel 1970 e che raccoglieva musicisti provenienti dal rock, jazz, musica classica etc. con il quale incise lo storico album "Septober Energy. Nei decenni a seguire inventò altre stimolanti esperienze orchestrali comei "Ark" e "Tapestry" oltre che un quartetto di grande impatto denominato "Mujician" con cui ha suonato e registrato negli ultimi 20 anni.

All' inizio degli anni '90 poi contribuisce in modo determinante alla bellissima avventura della Dedication Orchestra, un'orchestra inglese che raccoglie storici musicisti come Elton Dean, Evan Parker, Lol Coxhill, Harry Beckett, Phil Minton e numerosi  altri in cui arrangia  alcuni dei  brani più belli scritti dai compianti musicisti dei Blue Notes.

Julie Tippetts (che molti fans ricordano per il suo antico passato negli anni Sessanta come Julie Driscoll) , presta a questo progetto la sua voce insostituibile, con quel timbro così unico e pregnante, ai testi ed alle dolci e dinamiche melodie contenute nelle composizioni di tutti questi autori.

WEBPAGE: Keith Tippett